spot_img
spot_img

Direttore Responsabile Davide Gotta

ISSN 2785-5295 La Provincia TO [online]

spot_img

Il team Rock Bike punta su altri tre giovani

a cura di Davide Gotta

Nelle prime settimane del 2022 è ripartita l’avventura del Rock Bike Team, realtà del territorio canavesano che si dedica alla passione per le due ruote, in particolare quelle fuoristrada, puntando ad essere di nuovo protagonista grazie ad un gruppo formato da belle speranze (atleti capaci anche di concreti riscontri).

Il club ha deciso di riprendere, tra l’altro, presentando pure alcune novità nel proprio roster. La voglia di dare spazio ai giovani che praticano il ciclismo ha portato, infatti, il sodalizio frontese ad inserire in squadra tre ragazzi che hanno voglia di provare a giocarsi le loro carte nelle rispettive categorie.

[arm_restrict_content plan=”3,6,” type=”show”]

Ad iniziare dal langarolo Matteo Ghiso, categoria Under 23, studente al Politecnico con un passato da motociclista, naturalmente sempre nel fuori strada. Classe 2001, avvicinatosi alla mountain bike per puro divertimento, adesso vuole provare a capire quali sono i suoi limiti e le proprie potenzialità.

Intanto si è anche cimentato nel ciclocross, partecipando di recente all’importante gara di Solbiate Olona, dove nella categoria Open si è messo in luce finendo per classificarsi in sesta posizione. Riscontro di tutto rispetto, dato che era la sua prima uscita dopo lungo tempo.

Altre due novità in seno al Rock Bike Team sono quelle rappresentate dai fratelli Bocchio Vega, ciriacesi, che hanno così scelto di difendere i colori della squadra che sorge a pochi chilometri da casa con la voglia di provare a crescere ancora, sportivamente ed umanamente parlando.

Emanuele, che vanta un curriculum di tutto rispetto, anche lui è un classe 2001 e quindi sarà al via della categoria Under 23. “L’obiettivo che mi sono posto – dice – è ottenere dei buoni risultati e cercare di avvicinarmi ad un possibile futuro in questo sport, tenendo alti i colori della mia nuova società”.

La sorella Carlotta, invece, correrà nella classe Junior, essendo nata nel 2005. Come il fratello, ha seguito quella che è la passione di papà, iniziando sin dalle categorie promozionali per arrivare ora a capire quali sono i traguardi che possono essere centrati.

“I questi anni ci sono stati alti e bassi, ma si cerca sempre di migliorare con il passare degli anni. In questa stagione – sono le parole di Carlotta – spero di riuscire a raggiungere i miei obbiettivi con impegno e costanza, senza mai mollare”.

[/arm_restrict_content]

Questa settimana...